Come cucinare la trota salmonata

pubblicato in: Senza categoria | 0

La trota è un nome comune col quale si indicano diverse specie di pesci che appartengono alla famiglia delle Salmonidae. Questi pesci hanno un corpo allungato ed una grossa bocca, con il colore della pelle che cambia in base all’ambiente in cui vivono ed a ciò di cui si nutrono. Le trote di mare, ad esempio, risultano essere argentee con pochissime macchioline scure a forma di “X”, mentre quelle di lago, torrente e fiumi presentano una colorazione più vivace di colore bruno-verdastro, con diversi puntini neri, viola, rossi, arancioni o gialli.

La trota salmonata, ad esempio, è un tipo di trota di allevamento che deve il suo particolare colore rosaceo della carne a causa della dieta ricca di carotenoide alla quale viene sottoposta.

Come scegliere la trota salmonata

Per acquistare una trota salmonata davvero fresca bisognerà prestare attenzione ad alcuni aspetti:

L’occhio dovrà essere acceso e con la cornea trasparente.

La carne risultare ben soda al tatto.

La pelle di un colore brillante.

L’odore delicato.

Se il pesce avrà questi aspetti allora si potrà procedere con tranquillità al suo acquisto.

Come pulire e tagliare la trota salmonata

Pulire la trota salmonata può sembrare difficile, in realtà basterà seguire solo alcune indicazioni ed il gioco è fatto.

Per quest’operazione servirà un coltello e delle forbici da cucina.

Fase 1. Utilizzando le forbici praticate un taglio nel ventre del pesce e procedete fin sotto alla sua testa.

Fase 2. Eliminate le interiora.

Fase 3. Ripulite l’interno e l’esterno del pesce con acqua corrente fredda.

 

Se volete preparare il filetto di trota salmonata allora bisognerà procedere con ulteriori tagli:

Fase 1. Posizionando il pesce su di un tagliere, sfilettatelo ed incidete la testa per poi eliminarla.

Fase 2. Incidete ora la coda e, con la lama del coltello, proseguite sul dorso per ottenere il primo filetto.

Fase 3. Una volta diviso il pesce in due parti, staccate la carne dalla sua lisca ed avrete ottenuto il secondo filetto.

Fase 4. Rimuovete la pelle del pesce sempre utilizzando la lama del coltello.

Fase 5. Qualora i filetti dovessero risultare particolarmente spessi, potrete tagliarli ulteriormente passando la lama in senso orizzontale.

Come cucinare la trota salmonata

La carne della trota salmonata è alquanto morbida e delicata, perfetta quindi sia per la preparazione di primi piatti che di secondi. A differenza del salmone, questo pesce risulta essere decisamente più economico, delicato e saporito, da cuocere soprattutto al forno ed in padella anche se non manca la cottura al vapore e alla griglia.

Ecco in che modo potete cucinare la vostra trota salmonata:

Trota Salmonata al Forno

Iniziate a pelare, sciacquare e tagliare a fettine le patate. Rivestite la teglia da forno con della carta, quindi trasferiteci sopra le patate aggiungendo anche olio, sale e pepe. Cuocetele per 20 minuti in forno preriscaldato a 200 °C ed intanto pulite la trota. Quando il pesce sarà eviscerato, ben pulito e tamponato con della carta assorbente, riempitegli il ventre con sale, pepe, prezzemolo e salvia. Riprendete la teglia con le patate, adagiateci la trota e ricopritela con un ulteriore patata tagliata a fette sottilissime. Irrorate il tutto con olio, fate cuocere per altri 20-25 minuti e servite.

Trota Salmonata al Cartoccio

Pulite accuratamente il pesce e stendetelo su di un foglio di carta alluminio. Mettetegli nel ventre aglio, prezzemolo, pomodorini (tagliati a metà), olio e sale. Adesso mettete gli stessi ingredienti anche nella parte esterna, aggiungete qualche fettina di limone e richiudete il cartoccio. Fate cuocere in questo modo a 200 °C per 20 minuti circa, dopodiché fatelo dorare con la funzione grill. Portate in tavola la trota salmonata all’interno della stessa stagnola ed aggiungetegli del prezzemolo fresco.

Trota Salmonata in Padella

In un’ampia padella preparate un leggero soffritto con olio, aglio e cipolla. Aggiungete quindi i pomodorini tagliati in piccoli pezzi, sale e pepe, richiudete con coperchio e fate cuocere per 10 minuti circa. Trascorso questo tempo aggiungete la trota, precedentemente pulita, e del vino bianco. Richiudete nuovamente con il coperchio e fate cuocere per altri 10 minuti, rigirando in ultimo il pesce e lasciandolo così insaporire da entrambi i lati.

Come conservare la trota salmonata

Il pesce, si sa, non può essere conservato a lungo una volta portato a casa. La stessa cosa vale ovviamente anche per la trota salmonata che potrà comunque essere riposta in frigorifero o nel freezer.

In frigorifero è possibile conservarla per 1 giornata, al massimo 2, richiudendola in un contenitore per alimenti.

In freezer si potrà conservarla più a lungo, richiusa anche qui in un contenitore. Nel caso si vogliano conservare più pesci alla volta sarà allora opportuno riporli, separatamente, su della carta forno all’interno del freezer per un’ora circa e, successivamente, trasferirli tutti assieme in un sacchetto per alimenti.