Calamari fritti

pubblicato in: Senza categoria | 0

I calamari fritti sono un secondo piatto sfizioso, gustoso e, di solito, apprezzato da tutti.
Esistono due ricette per preparare i calamari fritti, e si differenziano per la panatura, una, la più comune, è fatta con la sola farina, l’altra, con l’utilizzo della pastella. Ottenere una buona frittura, croccante e asciutta, non è facile ma con una buona panatura e calibrando bene la temperatura dell’olio, non c’è da aver paura

 

Dosi per

  • 4 persone
  •  1 kg di calamari
  •  200 gr di farina 00
  •  sale
  •  olio di semi

COME FARE I CALAMARI FRITTI

Lavate i calamari con abbondante acqua corrente fredda.
Rimuovete la pinna cartilaginea trasparente sfilandola con le dita.
Staccate quindi la testa dal mantello e, con l’aiuto di una forbice, rimuovete gli occhi.

1-pulire-calamari

1

Eliminate il becco corneo che trovate al centro dei tentacoli e togliete la pelle dei calamari.
Sciacquateli nuovamente sotto acqua corrente e tagliate il mantello in anelli di circa 1 cm di spessore.

2-tagliare-calamari

2

Tamponateli con della carta assorbente per rimuovere l’acqua in eccesso.

3-asciugare-i-calamari

3

A questo punto impanateli trasferendoli nella farina e rigirandoli più volte.
Prima di friggerli smuoveteli delicatamente per far in modo che si elimini la farina in eccesso.

4-infarinare-calamari

4

In una pentola con l’olio bollente friggete un po’ alla volta i calamari per circa 3-4 minuti, o fin quando risulteranno belli dorati.
Sollevateli con una schiumarola e fate asciugare l’olio in eccesso mettendoli su carta assorbente.

5-friggere-calamari

5

Salateli secondo il vostro gusto e portate in tavola belli caldi i calamari fritti.

calamari-fritti